Effetti della supplementazione con i probiotici nei pazienti intolleranti al lattosio

I disturbi funzionali gastrointestinali, indicati con l’acronimo FGID, sono estremamente comuni, interessano circa un terzo della popolazione e la sintomatologia può essere di vario tipo: possono essere presenti alterazioni della motilità intestinale associata a diarrea o stipsi, così come può manifestarsi un’eccessiva produzione di gas intestinale, una difficoltà a digerire gli alimenti ingeriti o, ancora, può insorgere dolore a livello del tratto superiore dell’addome.

Sebbene non sia noto l’esatto meccanismo alla base dell’insorgenza di questo tipo di patologie, è dimostrato il ruolo di primo piano svolto dalle alterazioni della flora microbica intestinale, dalla predisposizione genetica, dall’alimentazione scorretta, ovvero povera di fibre e ricca di grassi, e dall’alterazione della motilità intestinale.

I disturbi funzionali gastrointestinali spesso insorgono anche in individui che presentano intolleranze alimentari specifiche, come l’intolleranza al lattosio, che si manifesta con disturbi gastrointestinali quali gonfiore, dolore e diarrea.

Di recente, un gruppo di ricercatori italiani ha valutato gli effetti della supplementazione con i probiotici contenenti Bifidobacterium longum BB536 e Lactobacillus rhamnosus HN001 più vitamina B6, rispetto al placebo, in 23 pazienti affetti da intolleranza al lattosio.

Durante lo svolgimento dello studio ai pazienti è stato richiesto di effettuare una dieta priva di lattosio per un periodo di tempo non inferiore ai 6 mesi e ciascun individuo è stato inoltre sottoposto, oltre che alla valutazione della sintomatologia, anche all’analisi della flora microbica intestinale. Rispetto alla somministrazione del placebo, la supplementazione con probiotici e vitamina B6 ha mostrato di essere in grado di ridurre significativamente i sintomi tipici delle intolleranze alimentari, come gonfiore e costipazione.

Anche la composizione del microbioma ha subito importanti variazioni: nei pazienti che hanno assunto i probiotici e la vitamina B6 è stato infatti riscontrato un notevole aumento dei microrganismi coinvolti nei processi di digestione del lattosio.

I risultati di questo studio hanno evidenziato pertanto l’importanza dei probiotici e della vitamina B6 per alleviare la sintomatologia e le alterazioni della flora microbica intestinale nei pazienti intolleranti al lattosio.

Fonte

https://www.mdpi.com/2072-6643/11/4/886