I probiotici migliorano le prestazioni agonistiche degli atleti.

Mantenere in equilibro la flora batterica intestinale rappresenta un aspetto fondamentale per preservare il corretto funzionamento dell’organismo. Numerosi studi scientifici hanno dimostrato nel tempo come il microbioma influenzi non soltanto il benessere dell’intestino, ma anche lo stato generale di salute.

È stata condotta di recente un’analisi dei risultati di numerosi studi clinici che hanno valutato quanto l’equilibrio del microbioma intestinale possa influire sulla salute e pertanto sulle prestazioni agonistiche degli atleti. Questi ultimi, infatti, sono inclini a diverse complicanze come le infezioni delle vie aeree superiori, le allergie e i disturbi gastrointestinali soprattutto dopo aver effettuato le prestazioni agonistiche, a causa dell’esercizio fisico intenso, dello stress, del riposo insufficiente e del consumo limitato di cibo.

La maggior parte degli studi ha valutato l’efficacia di diverse specie di lattobacilli. I risultati emersi hanno dimostrato come la supplementazione probiotica sia in grado di migliorare la permeabilità intestinale agendo sul microbioma dell’intestino, e di regolare il sistema immunitario, riducendo così la gravità e l’incidenza delle infezioni del tratto respiratorio oltre alla durata dei sintomi gastrointestinali.

Secondo i ricercatori sono però diversi i fattori che influenzano la supplementazione; la dose, la durata della somministrazione e il tipo di formulazione dei probiotici rappresentano elementi importanti ai fini dell’efficacia del trattamento. Sarà necessario condurre ulteriori studi sia per stabilire l’esatto meccanismo benefico dei probiotici negli atleti, che per sviluppare formulazioni probiotiche ad hoc, sia generalizzate che personalizzate, in grado di migliorare la salute generale e le prestazioni agonistiche.

Fonte

Sivamaruthi BS et al. Effect of Probiotics Supplementations on Health Status of Athletes. Int J Environ Res Public Health. 2019 Nov 13;16(22).

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/31766303